domenica 16 ottobre 2011

Buoni o Cattivi in uscita il 18 Ottobre




CD + libretto Europe Indoor in uscita il 18 Ottobre con Corriere della Sera e Sorrisi e Canzoni TV


Nell’aprile del 2004 uscì un disco talmente straordinario che, con oltre mezzo milione di copie già vendute soltanto nella prima settimana, restò in vetta a tutte le classifiche italiane per più di un anno e mezzo: era “Buoni o Cattivi” di Vasco Rossi, che resterà anche l’album più venduto nell’intero decennio 2000-2010.
L’uscita del disco venne promossa dalla canzone che ha dato il titolo all’album grazie anche ad un videoclip inedito ed unico: nato da un’idea di Vasco Rossi, è stato girato a Cinecittà sul set “Gangs of New York” di Martin di Scorsese per la regia di Stefano Salvati. Un vero e proprio “videokolossal”, con i migliori ballerini professionisti del mondo, coreografie teatrali ed effetti speciali cinematografici, per un suggestivo ed affascinante omaggio tanto a “Thriller” di Micheal Jackson quanto ai più grandi musical della storia .
Suonato da musicisti eccezionali, sia italiani che americani, e creato nel pieno rispetto dei più esigenti canoni di professionalità internazionali, “Buoni o Cattivi” è un album di elevatissima qualità tecnica e artistica, tanto da essere –ancora oggi - uno dei pochi dischi italiani in grado di competere con i migliori prodotti stranieri.
La sonorità che caratterizza questo album è sapientemente ispirata, influenzata ed arricchita dalle sonorità di alcuni tra i migliori gruppi rock americani e inglesi degli ultimi tempi (Offspring, The Cult, The Police, ecc.), lasciando così trasparire anche quanta attenzione, accuratezza tecnica e conoscenza musicale abbia presupposto la sua realizzazione.

Se l’esecuzione musicale è quella degna del rock migliore, i testi non sono certo da meno: maledettamente ironici e provocatori, ma anche maledettamente profondi e costruttivi. Anzi, forse “Buoni o Cattivi” è proprio il disco col quale Vasco Rossi si allontana dalla “Vita Spericolata” intraprendendo la “Via Filosofica”.
A cominciare, tanto per fare un esempio, dal messaggio filosofico proprio di “Buoni o Cattivi”, in cui invita a “spegnere”, almeno ogni tanto, il pensiero omologato dalla cultura dominante del nostro tempo, invita cioè a non restare schiavi di un’idea relativa ad un certo modo di pensare, come quella che si basa su una scissione astratta, antinomica, concettuale (e schizofrenica!) degli opposti (buoni/cattivi; giusto/sbagliato), e che anzi Vasco denuncia come causa di divisione e di contrasto innaturale (e psicotico!) tra gli uomini: Si può spegnere, ogni tanto, il pensiero… / Smettere, almeno, di crederci per davvero! / E non essere più schiavi, perlomeno… / Di un’idea, come di un'altra: di un mistero! / “Buoni o Cattivi” non è la fine: / Prima c’è il “Giusto o Sbagliato” da sopportare! / Che di per sé è maledetto… quel che divide / Mentre qui tutto… dovrebbe solo unire!
Un altro esempio a caso è la coraggiosissima, “politicamente scorretta” e anti-commerciale canzone d’amore “Anymore” che oltre a negare l’ordinaria rassicurazione sulla fede nell’amore eterno, si permette addirittura di avere l’impudenza di confessare la realtà della finitezza umana, per chiudere poi –come se non bastasse! - su un inammissibile rimedio alcolico: Cosa possiamo, noi... / Se non finire male / Cosa possiamo fare? / Se anche l’amore può finire, dai… / Dammi da bere!
Perché c’è anche un uomo, ogni tanto, nella storia, che evita di esplodere nella rabbia o nella follia della propria epoca, abbracciando invece una consapevolezza ebbra.
E per non parlare della consapevolezza moderna, sospesa tra nichilismo ed esistenzialismo, di non poter trovare un senso alla nostra vita se non creandolo ogni volta in maniera soggettiva e arbitraria, espressa (appunto) in “Un Senso”: Voglio trovare un senso a questa sera / Anche se questa sera / Un senso / Non ce l’ha.
Il disco è composto da 12 canzoni, ognuna meritevole di essere estratta come singolo, per un totale di 48 minuti di rock energetico di massimo livello (che richiede anche il massimo volume dello stereo!).
  1. Buoni o Cattivi (3:31)
  2. Come Stai (4:20)
  3. Anymore (4:28)
  4. Hai Mai (4:38)
  5. Non Basta Niente (4:11)
  6. Dimenticarsi (4:41)
  7. Da Sola Con Te (3:32)
  8. Cosa Vuoi Da Me (3:41)
  9. E…(3:29)
  10. Senorita (3:39)
  11. Rock'n'roll Show (3:40)
  12. Un Senso (4:09)
 Dall'album sono stati estratti cinque singoli: “Buoni e Cattivi”; “Come Stai”; “Un Senso”; “E…”; “Senorita”.

Dati tecnici e Curiosità
L’uscita del disco, il 2 aprile 2004, venne annunciata alla comunità di Don Luigi Ciotti.
Il Tour di promozione iniziale fu di 11 date (con raddoppio a Milano 12 e 13 giugno) nei 10 più grandi stadi italiani. Partì il 5 giugno con il tutto esaurito dall’Olimpico di Roma e terminò il 9 luglio al San Paolo di Napoli.
Il batterista Vinnie Colaiuta è stato membro del famoso gruppo metal Megadeth, ed è molto conosciuto ed apprezzato anche in America avendo collaborato con i più grandi artisti di tutto mondo musicale come Frank Zappa e Sting.
Vasco fu invitato come ospite d’onore sul palco di Sanremo nel 2005, in ringraziamento per le sue due famose partecipazioni al Festival (nel 1982 con “Vado al Massimo” e 1983 con “Vita Spericolata”).
Apparve molto ironico e divertito: facendo riferimento a quando, nel 1982, andò via dal palco con il microfono in tasca, disse di essere tornato per restituirlo. Cantò “Un Senso” e “Vita spericolata” con quel velo di ironia provocatoria che sempre lo caratterizza: Voglio dare un senso a questa sera / anche se questa sera / un senso / non ce l’ha.
Andando via, sempre giocando sul filo dell’ironia provocatoria, riuscì, in una sola frase di saluto, ad avere il coraggio di fare il primo e unico intervento pubblico in Italia in difesa dei fumatori e, allo stesso tempo, a lanciare una frecciata all’ex ministro della Sanità Girolamo Sirchia, promotore convinto della campagna contro il fumo (e all’epoca indagato per corruzione), dicendo queste testuali parole: “E adesso, come tutti i fumatori, io vado fuori! …A fumare! E, naturalmente, ricordo che nei dieci comandamenti, comunque… C’è scritto: “Non Rubare” e non “Non Fumare”! Eh..?”
Un senso: ha fatto da colonna sonora al film “Non ti muovere” di Sergio Castellitto (tratto dall’omonimo libro di Margaret Mazzantini). La canzone è stata premiata ai Nastri D’Argento.
Rock’n’roll Show: fu presentata, inedita, allo stadio di San Siro nel 2003. Questa canzone diede anche il titolo ad un’opera sperimentale nata da un’idea di Vasco Rossi e realizzata con la regia di Salvati: il primo“MovieClip” della storia: tutte le canzoni dell’album “Buoni o Cattivi” si combinano in un fiction thriller. Soggetto e sceneggiatura di Vasco Rossi e Stefano Salvati con la collaborazione di Carlo Lucarelli e con la partecipazione straordinaria di Franco Nero.
Il movie clip riceve nel novembre 2004 il Premio come miglior  video dell’anno.
E… : il testo è della cantautrice Maria Pia Tuccitto, poi arrangiato da Vasco.
Data pubblicazione: 02 Aprile 2004
Dischi: 1
Tracce: 12
Etichetta: Emi
Durata: 48 min.
Prodotto da: Guido Elmi e Vasco Rossi
Arrangiamenti: Vasco Rossi

Classifiche-Anno di uscita:
Miglior posizione raggiunta:#1
Posizione annuale vendite : #1 
Lineup
Chitarre: Stef Burns, Giacomo Castellano, Michael Landau, Dean Parks, Tim Pierce
Batteria: Vinnie Colaiuta
Basso: Paul Bashnell, Tony Franklin, Lee Sklar
Tastiere: Frank Nemola, Celso Valli, Patrick Warren, Alberto Rocchetti
Archi: Suzie Katayama, Bruce Dukov, Evan Wilson
Cori: Clara Moroni, Silvio Pozzoli